Data: 12 febbraio 2009

Luogo: Accademia di Belle Arti di Napoli, Napoli

Tutti in un minuto
Primo lavoro realizzato dal Corso di Nuove Tecnologie dell’Arte è un intervento collettivo che ha consentito di riprendere un preciso minuto da molteplici e diverse prospettive. Il 12 febbraio 2009 gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli al suono di una sirena hanno interrotto le proprie attività per girare un video della durata di un minuto (dalle 12.29 alle 12.30), utilizzando il proprio telefono cellulare. I circa duecento video raccolti sono confluiti in un unico montato, L’occhio di Dio, titolo che allude al superamento dei confini della visione individuale, per sua natura parziale e limitata, e la scelta di fare esperienza attraverso l’apporto collettivo. Tale tematica apre il laboratorio di NTA a una riflessione sull’identità dell’artista, sul concetto di autorialità e sulla necessità di utilizzare la relazione come strumento di lavoro e di sviluppo dell’opera. Inoltre il laboratorio ha sperimentato in quella occasione la prima campagna di comunicazione social, che, assieme alle locandine e ai flyer posizionati all’interno dell’Accademia di Napoli, ha consentito una larga partecipazione degli studenti all’evento. Pochi giorni dopo (26 febbraio) sulle scalone monumentale dell’Accademia è stato realizzato Tutti in una foto, fotografia di gruppo che riprende le modalità intenzionali ed esecutive della precedente video.